storie e idee di gusto

aggiunta di una reazione ad un post su un gruppo facebook

Porta online il tuo negozio senza spendere un Euro!

Vendi i tuoi prodotti sui Gruppi Facebook e Whatsapp

Per un negozio di piccole dimensioni, il passaggio dalla vendita tradizionale a quella online può risultare estremamente complesso, oltre che oneroso se pensiamo che il costo di un e-commerce professionale – quindi realizzato da zero – si aggira attorno ai 5.000 euro, come minimo.

Ma al di là del costo, che abbiamo capito essere elevato, la decisione di aprire un e-commerce è accompagnata solitamente da altri due problemi: da un lato, la promozione dello stesso; dall’altro, la gestione degli ordini, dei resi e delle spedizioni.

  • Senza un budget adeguato in web marketing, infatti, il sito difficilmente ottiene il successo sperato. Inoltre, rischia di soffrire di una concorrenza spietata, che vede Amazon inevitabilmente in testa
  • La gestione dell’e-commerce richiede la presenza di uno o più impiegati specializzati e corrisponde ad un lavoro a tempo pieno – in gergo, full-time

Dunque, come fare per vendere i nostri prodotti più facilmente e senza eccessive spese? Sarai felice di sapere che esistono diverse alternative. Di seguito, ti presentiamo le più immediate ed efficaci.

vendita di prodotti alimentari attraverso i gruppi facebook

Vendere prodotti alimentari sui Gruppi Facebook

I Gruppi di Facebook sono degli aggregatori virtuali di persone, accomunate dagli stessi interessi – ad esempio, gli amanti della pizza. Solitamente sono gestiti da uno o più profili privati ma possono anche essere associati ad una Pagina Facebook Aziendale (come la tua), che può intervenire nella conversazione del Gruppo in qualsiasi momento e come fosse un membro qualunque.

L’accesso ai gruppi da parte degli utenti può essere impostato come:

  • Pubblico: qualsiasi utente Facebook può leggere le conversazioni del Gruppo
  • Privato: le conversazioni sono riservate solo ai membri del Gruppo, ma il Gruppo in sé è visibile su Facebook e ogni utente può far domanda di accesso all’amministratore
  • Segreto: le conversazioni e il gruppo sono visibili ai soli iscritti, che vengono invitati e approvati dall’amministratore del gruppo

Di solito l’opzione più utile è la prima o la seconda: mantenere cioè il proprio Gruppo Facebook aperto e visibile a tutti o impostarlo come Gruppo Privato, con offerte riservate ai suoi membri, ma con un sistema di iscrizione accessibile a chiunque sia interessato.

Un piccolo trucco che ti permetterà di far crescere il Gruppo in fretta è quello di impostarlo prima come pubblico e successivamente come privato, con offerte dedicate ai soli membri iscritti. In questo modo, stimolerai la curiosità di molte altre persone, che non tarderanno nell’inviarti la richiesta di registrazione.

Un’altra caratteristica interessante dei Gruppi Facebook è rappresentata dalla funzione “vetrina”, che ti permette di promuovere i tuoi prodotti a titolo di annuncio e se il Gruppo è pubblico, c’è una buona possibilità che vengano inseriti gratuitamente nel marketplace generale di Facebook, dove sono visibili ad un pubblico ampio e variegato.

A proposito di prodotti? Presti attenzione alle intolleranze dei tuoi clienti? Allora dovresti leggere questi due articoli dedicati al glutine: Intolleranza al Glutine, quali prodotti inserire in offerta e Combatti il Glutine con i prodotti Locali

Gruppi Facebook, le regole per non sbagliare

La gestione di un Gruppo Facebook richiede il rispetto di alcune semplici regole:

  1. Invita solo le persone che ritieni possano essere realmente interessate. Per aumentare il numero di iscritti, puoi avvalerti delle promozioni a pagamento, che ti permettono di raggiungere, in maniera mirata e diretta, un target specifico, definito in base all’età, alle preferenze e all’area geografica di provenienza. In generale, ricordati che l’obiettivo è vendere. Dunque, cerca di prediligere le persone più vicine a te, che abitano nei comuni limitrofi e possono raggiungerti con maggiore facilità.
  2. Cerca di stimolare discussioni interessanti nel Gruppo, attraverso la condivisione di novità ed informazioni utili, non solo attraverso post “commerciali”
  3. Crea un piccolo regolamento interno, riportante anche le condizioni di vendita, consegna e reso, in modo che qualsiasi diverbio o problema con i clienti possa essere gestito facilmente
  4. La creazione del Gruppo è gratuita ma devi comunque prevedere un budget minimo per le ore-uomo necessarie alla sua perfetta gestione

Gruppi Whatsapp e Liste Broadcast

Se pensi che la gestione di un Gruppo Facebook ti occupi troppo tempo, puoi sempre utilizzare i Gruppi Whatsapp o le Liste Broadcast – ovvero delle liste di persone pre-salvate a cui puoi inviare uno stesso messaggio . Questa app di instant messaging, infatti, ti permette di interagire in modo semplice e diretto con i tuoi clienti, offrendo loro un ulteriore canale dove effettuare i propri ordini.

Per iniziare, potresti utilizzare un Account Business, anziché personale, così da rimandare immediatamente alla tua realtà.

È sufficiente scaricare l’app, accedere alle impostazioni e il gioco è fatto. A tal proposito, ti consigliamo di non utilizzare il tuo cellulare ma di acquistarne uno aziendale, con SIM dedicata.

In questo modo la gestione degli ordini risulterà ancora più semplice e immediata, oltre al fatto che a fine orario lavorativo non verrai disturbato da eventuali notifiche.

Whatsapp mette a disposizione degli utenti alcune funzioni davvero interessanti, come ad esempio la possibilità di creare un profilo della tua attività con tutte le informazioni utili – indirizzo, descrizione, email e sito web – oppure di organizzare i tuoi contatti o le tue chat usando delle etichette, così da ritrovarli più facilmente.

Inoltre, puoi salvare e riutilizzare i messaggi che invii più spesso, così da rispondere rapidamente alle domande più frequenti e inviare messaggi automatici nel caso in cui non fossi al momento disponibile.

Eventualmente, puoi anche decidere di impostare un messaggio di benvenuto per presentare la tua attività ai clienti che ti scrivono per la prima volta.

persona che digita iun messaggio su whatsapp

Whatsapp richiede moderazione nell’invio dei messaggi

Ricordati però che, anche se la logica di funzionamento è simile, a differenza di Facebook, ogni messaggio che invii su Whatsapp genera una notifica, che di solito si traduce in un suono e/o una vibrazione del cellulare. Quindi è importante essere moderati.

Riguardo alla frequenza di invio, non esiste una regola. Tuttavia, potresti iniziare con un solo messaggio a settimana e poi regolarti in funzione delle reazioni dei tuoi clienti – magari chiedi un loro parere.

Tra Gruppi e Liste Broadcast, ti consigliamo comunque le ultime, in quanto ti permettono di raggiungere ogni utente senza scatenare conversazioni che rischiano di annoiare gli altri. Inoltre, ogni utente a cui arriva l’offerta via broadcast risponde direttamente a te e in forma privata.

Rispetto ai Gruppi Facebook, Whatsapp ha il vantaggio che non necessita di contenuti di “intrattenimento”: è un canale che richiede una comunicazione diretta e puntuale, magari relativa ad uno sconto oppure ad un’offerta speciale.

E se usato con costanza e competenza, può portare a delle grandi soddisfazioni, in termini di ordini ricevuti e quindi di profitto, tant’è che molte realtà locali vi hanno costruito, nel tempo, una vera e propria rete di vendita, riuscendo ad organizzare per esempio le consegne a domicilio, anche e soprattutto in questo periodo.

Il successo dei Gruppi o delle Liste Broadcast dipende da 3 fattori

Indipendentemente dalla piattaforma che deciderai di utilizzare, il successo del tuo sistema dipenderà da essenzialmente da 3 fattori fondamentali:

La competenza nell’utilizzo degli strumenti

L’improvvisazione non è contemplata. Prima di creare un gruppo oppure una lista broadcast, assicurati di conoscerli a fondo. Pertanto, fai delle prove, iscriviti a gruppi e liste gestiti da altri e impara, impara quante più cose possibile.

Dedicare del tempo alla tua formazione ti permetterà di evitare figuracce con i tuoi clienti e di affrontare con maggior sicurezza – e leggerezza – eventuali problemi di natura tecnica.

I vantaggi per l’utente

Dai ai tuoi clienti dei buoni motivi per iscriversi al tuo Gruppo Facebook oppure alla tua Lista Whatsapp. Offri loro dei vantaggi reali, limitandoti alle sole promesse che puoi mantenere.

Potresti ad esempio proporre degli sconti dedicati oppure dei prodotti in omaggio a fronte di un acquisto minimo. L’importante è che i tuoi clienti capiscano la convenienza dell’azione e possano contare su uno o più benefici tangibili e, possibilmente, immediati, secondo la regola sempre valida del “tutto e subito”

Il senso di esclusività e appartenenza

Quando un cliente decide di iscriversi al tuo Gruppo o alla tua Lista Broadcast è perché riesci a farlo sentire importante, parte di un’elité di persone fortunate.

Quindi, abbi cura di diversificare le offerte/promozioni, distinguendo tra membri e non-membri, altrimenti rischi di perdere il vantaggio chiave dell’iscrizione. In questo modo il tuo cliente avrà la sensazione che tu ti stia prendendo cura di lui e ordinerà con maggiore facilità, anche senza una “pioggia” di messaggi.

I Gruppi Facebook e le Liste Broadcast, ti permettono dunque si essere presente online con il minimo investimento e, se ben gestiti ed organizzati possono condurre a degli ottimi e sorprendenti risultati, anche nel breve periodo. E se cerchi un altro strumento gratuito per interagire con i tuoi clienti, non puoi perderti i nostri ultimi articoli, dedicati a Google My Business e ad Instagram

Inoltre, ricorrendo a questi strumenti, ti creerai una base di clienti fedeli, pronti a seguirti e ad appoggiarti in ogni tua nuova iniziativa, ivi compresa l’apertura del tuo futuro e-commerce!

Anche noi di Soplaya ricorriamo a questi due strumenti per interagire con i nostri amati clienti e, proprio per questo, abbiamo voluto condividere con te la nostra esperienza che, fin dall’inizio, ci ha regalato delle grandi soddisfazioni, nonché la possibilità di instaurare un contatto ancora più forte con le persone che decidono di affidarsi ai nostri servizi.

Potrebbe piacerti...

i ragazzi del blog di soplaya Siamo i ragazzi di Soplaya, il mercato digitale che unisce chef e negozianti con i migliori produttori locali e nazionali, rendendo la filiera agroalimentare più sostenibile ed efficiente. L’idea di aprire il Blog è nata dalla volontà di offrire ai nostri clienti e in generale agli appassionati del settore, un luogo d’informazione gratuito, ricco di notizie utili, legate tanto alle singole specialità enogastronomiche quanto agli ultimi trend in fatto di cibo.