Consigli

Halloween: cambia il tuo menu ed incrementa i profitti

Ispirata ad un’antica festa celtica, il Samhain – dall’irlandese “fine estate” -, Halloween è oggi una manifestazione amata in tutto il mondo, soprattutto negli Stati Uniti, dove i preparativi iniziano molti giorni prima del 31 Ottobre.

Anche quest’anno, come ogni anno, migliaia di bambini -e adulti – indosseranno maschere e costumi spaventosi, girando per le vie della centro al ritmo di “trick or treat” (dolcetto o scherzetto).

Ed esibiranno sui davanzali delle finestre di casa, luminose zucche intagliate, in ricordo della leggenda di Jack O’ Lantern.

Halloween rappresenta dunque un momento per stare insieme e divertirsi, ma anche per uscire a cena; molte persone, infatti, in occasione di questa ricorrenza optano per una serata al ristorante, da soli o in compagnia di amici.

Pertanto, è importante non farsi trovare impreparati.

Se nel precedente articolo ti abbiamo dato alcuni suggerimenti su come allestire il tuo locale per l’autunno, stavolta vediamo come preparare un menu di Halloween originale, per attrarre nuovi clienti.

Il fil rouge del menu sarà, ovviamente, la zucca, la regina d’Autunno.

Cena di Halloween 2020? Ecco un esempio

Puoi iniziare servendo ai commensali un cocktail a base di Succo d’Arancia Rossa, Prosecco, Grand Mariner e Campari Soda, in cui note dolci alternate ad altre più amare, accarezzano il palato, preparandolo all’antipasto: bruschetta con zucca, pancetta e formaggio di capra.

A seguire, delle chips croccanti di polenta, da intingere in un’abbondante “cucchiaiata” di creme fraiche, o panna acida.

Per quanto riguarda i primi, potresti pensare ad un risotto di zucca con funghi porcini, nocciole e crema di parmigiano, per una straordinaria spinta sapida, che introduce ad un secondo piatto a base di carne, ad esempio degli involtini di maiale lardellati con zucca e acini d’uva.

Infine, il dolce: una deliziosa Pumpkin Pie. Una torta originaria del Nord America, aromatizzata con noce moscata, cannella, chiodi di garofano e zenzero, spesso decorata con della panna montata.

Pumpkin Pie

Halloween, il momento giusto per attrarre nuovi clienti

Le idee sono davvero tante e sicuramente saprai individuare le migliori, in linea con lo stile del tuo ristorante. Halloween rappresenta l’occasione per diversificare la tua offerta e stupire nuovi potenziali clienti che, innamoratisi dei tuoi piatti, non esiteranno a tornare.

Menu Building: 5 consigli per alzare lo scontrino medio

Tuttavia, quando si parla di menu, la qualità dell’offerta non è l’unico aspetto che conta. Infatti, ci sono altri elementi importanti da considerare, utili all’aumento dello scontrino medio e, quindi, degli incassi. Ad esempio, la descrizione delle portate, la grafica e le immagini.

Ecco quindi alcuni accorgimenti per un menu ben strutturato:

Le parole

scegliere quelle adatte per descrivere i piatti fa la differenza perché i termini giusti riescono a stuzzicare il palato dei clienti. Far “assaporare” un piatto soltanto leggendone la descrizione, infatti, è già una strategia vincente per far sì che venga ordinato. Per questo non affidarti al caso: un copywriter e un bravo grafico possono esserti di grande aiuto nella realizzazione di un menu di successo.

Le immagini

inutile dire che una foto parla più di tante parole, ma attenzione all’uso che se ne fa. Ci spieghiamo meglio: se decidi di pubblicare le foto sul menu devi essere coerente con l’immagine che “metti in vetrina”. Questo vuol dire che al cliente dovrà essere servito lo stesso identico piatto che ha visto in foto nel momento in cui ha deciso di volerlo gustare.

I prezzi

il consiglio che ti diamo è quello di evitare di riportarli in colonna uno dopo l’altro. Questo è un criterio grafico che invita immediatamente l’occhio ad andare su e giù per individuare la voce di spesa più bassa. Evita anche di partire dal piatto meno costoso per finire con quello più caro: i clienti lo sanno e generalmente scelgono sempre i piatti nelle prime 2 o 3 posizioni della lista.

La quantità

i menu infiniti finiscono spesso per disorientare i clienti, a meno che non siano frequentatori abituali del tuo locale e non abbiano già le idee chiare in fatto di preferenze. Molto spesso è meglio “vendere” pochi piatti ma ben fatti.

Il menu baby

bambini sono una voce importante per far aumentare il valore degli scontrini di un ristorante per famiglie (se il tuo è un locale con un target diverso, allora il discorso non ti interessa). Per questo motivo è sempre utile dedicare una sezione dell’elenco delle portate ai più piccini: per deliziare i bambini al ristorante bastano poche idee, in cambio, però, si ha la certezza matematica che i piatti pensati per loro saranno ordinati. Diversamente, qualche genitore potrebbe pensare di far mangiare il figlio (soprattutto se piccolo di età) dal suo piatto e questo per te vorrebbe dire vendere meno.

Menu Design

Su Soplaya trovi tutti gli ingredienti che ti servono per creare il tuo menu e rendere memorabile la notte più “spaventosa” dell’anno.

Potrebbe piacerti...