storie e idee di gusto

Dolci di Pasqua, ecco i più golosi

Al di là del significato religioso ed individuale che la Pasqua può avere, di certo questa festività tanto cara agli Italiani, non sarebbe la stessa senza il dolce suono delle uova di cioccolato, che dopo giorni di attesa sulle mensole della cucina, vengono aperte per scoprirne finalmente il contenuto oppure senza il fragrante profumo della colomba artigianale, magari ricoperta da una sottile glassa mandorlata.

Ecco, dunque, che la tavola pasquale è una sfilata di dolci manicaretti, ognuno con le sue peculiarità, a seconda della regione di provenienza.

Di seguito, ti presentiamo i quattro dolci pasquali più consumati nel Nord Italia.

La Colomba, regina della Pasqua

È lei la regina della tavola pasquale. Sebbene la nascita della ricetta non abbia ancora una data certa, è noto che le prime colombe iniziarono a circolare nei panifici lombardi agli inizi del 900′ e in breve tempo si diffusero in tutta l’Italia, da Nord a Sud.

La forma della colomba allude alla tradizione cristiana – a cui si ispira – secondo la quale la colomba rappresenterebbe lo Spirito Santo, simbolo di speranza e di salvezza.

L’impasto originale, a base di farina, burro, uova, zucchero e buccia d’arancia candita, contempla una ricca glassatura alle mandorle.

Anche se, successivamente, farcia e glassa hanno assunto diverse declinazioni, a seconda delle tradizioni locali e della fantasia d’abbinamento di taluni fornai.

In generale, la colomba è un dolce soffice e fragrante, che ad ogni morso ne richiede un altro. E su Soplaya è già disponibile.

A produrla sono due Forni Artigianali: il Panificio Zoppè di Udine e il Panificio Pin di Fiume Veneto.

Entrambe le realtà, producono le colombe attenendosi alla ricetta tradizionale – seppur con le rispettive varianti – e utilizzano il lievito madre, per renderle ancora più buone e digeribili.

La Focaccia, un tipico dolce veneto

Molto simile alla colomba ma senza canditi, la focaccia è il dolce tipico della Pasqua “veneta”.

La leggenda vuole che la “fugassa” sia stata preparata per la prima volta da un fornaio di Treviso che ha semplicemente aggiunto alcuni ingredienti dolci come uova, burro e zucchero all’impasto del pane per preparare un dono sfizioso per i propri clienti.

E da allora, la focaccia ha continuato a caratterizzare la cucina veneta, rendendo la Pasqua ancora più dolce.

Sulla nostra piattaforma, puoi trovare alcune focacce artigianali davvero gustose, come la focaccia tradizionale veneziana del Panificio Pin, oppure le glassate ai cereali e alle mandorle del Panificio Zoppé.

La Gubana, sulla tavola tutto l’anno

Restando sempre nel Nord Italia, non possiamo non citare la famosa gubana friulana, un dolce tipico delle Valli del Natisone, con influenze slovene, consumato tutto l’anno ma, principalmente, in prossimità delle feste, quale appunto la Pasqua.

Si tratta di una pasta brioche farcita con uvetta, frutta secca, grappa, burro e zucchero che, quando arrotolata, assume una tipica forma a “chiocciola”.

La gubana può essere gustata così come tale oppure bagnata con dello Slivovitz, ossia un’acquavite di prugne, prodotta – e bevuta – in Friuli Venezia – Giulia.

Il Fornaio di Tavagnacco la produce secondo la ricetta tradizionale, garantendo una consistenza sempre morbida ed un ripieno gustoso e fragrante, evocativo del passato

Le Uova di Cioccolato? Immancabili a Pasqua

A differenza delle colombe, che sono un dolce tipicamente italiano, le uova di cioccolato rappresentano una tradizione pasquale diffusa in molti Paesi.

L’usanza di regalare uova di cioccolato a ridosso di questa festività, infatti, si è diffusa inizialmente in Francia e in Germania, per poi “conquistare” il resto dell’Europa.

Addirittura, le primissime uova di cioccolato risalgono alla corte del Re Sole mentre l’associazione simbolica e religiosa ha origini ancora più antiche, risalenti agli albori del cristianesimo.

Ma, indipendentemente dall’origine, una cosa è certa: le uova di cioccolato sono irresistibili e e piacciono ad adulti e bambini.

Il semplice gesto di estrarre l’uovo dalla confezione ed aprirlo, per valutarne il contenuto, è un’emozione che ci ricorda l’infanzia e il piacere dello stare in famiglia.

La Maitre Chocolatier Adelia di Fant ne produce di buonissime, suggerendo abbinamenti e decorazioni particolari.

Come detto, ogni regione ha il proprio dolce Pasquale. Ad esempio, a Napoli, la colomba è sostituita dalla ben nota pastiera – che non ha bisogno di presentazioni. Si tratta infatti di un dolce a base di ricotta e pasta frolla, diventato simbolo della città partenopea.

Stesso dicasi per la cassata siciliana, ormai diffusa e apprezzata in tutta Italia, per il suo gusto ricco e la consistenza cremosa.

Mancano poche settimane a Pasqua ed introdurre già nella tua offerta gustosi dolci pasquali ti aiuterà a conquistare un’ampia fetta di pubblico, compresi i più piccoli.

Su Soplaya abbiamo creato una categoria ad hoc per l’occasione, così da facilitarti nella scelta dei prodotti più adatti a questa festività

Potrebbe piacerti...

i ragazzi del blog di soplaya Siamo i ragazzi di Soplaya, il mercato digitale che unisce chef e negozianti con i migliori produttori locali e nazionali, rendendo la filiera agroalimentare più sostenibile ed efficiente. L’idea di aprire il Blog è nata dalla volontà di offrire ai nostri clienti e in generale agli appassionati del settore, un luogo d’informazione gratuito, ricco di notizie utili, legate tanto alle singole specialità enogastronomiche quanto agli ultimi trend in fatto di cibo.