Consigli

Bonus Ristorazione e Bonus Ristoranti: cosa cambia?

Nel Decreto di Agosto, recentemente approvato dal Cdm, il Governo definisce le linee guida per poter accedere al Bonus Ristorazione: uno specifico finanziamento per gli esercizi di ristorazione che abbiano subito una perdita di fatturato – da marzo a giugno 2020 – di almeno il 25% rispetto allo stesso periodo del 2019, per un ammontare minimo di 2.500 euro.

Cucina

Bonus Ristorazione, un incentivo all’acquisto del Made in Italy

Il contributo, a fondo perduto, servirà all’acquisto di materie prime italiane, per sostenere la filiera agroalimentare e, soprattutto, i piccoli produttori locali.

Oltre 600 milioni destinati alla ristorazione, che Alessandro Circiello – portavoce di Federcuochi – ha così commentato: “il Bonus Ristorazione è uno strumento che dà liquidità al sistema e ossigeno ad un intero comparto da troppi mesi sull’orlo del fallimento”

Finalmente un aiuto concreto? Noi ci auguriamo proprio di sì.

Anche se al momento non ci sono dettagli riguardo le modalità di accesso al bonus, ma vi terremo aggiornati.

Prodotti Italiani

Addio al Bonus Ristoranti, ma da Dicembre ci sarà il cashback

Tuttavia è opportuno precisare che il Bonus Ristorazione non ha nulla a che vedere con il Bonus Ristoranti: l’iniziale misura pensata dal Governo per rimborsare il 20% del conto a tavola a chi avrebbe pagato con sistemi elettronici (carte di credito e simili), e di cui nel Decreto di Agosto non c’è traccia.

Al suo posto verrà attivato – dal 1 Dicembre 2020 – il cashback, per “agganciare” le vacanze di Natale: sono stati stanziati 1,75 miliardi di euro, che andranno a sommarsi ai 3 miliardi previsti per il 2022.

Si tratta di un sistema a punti che ha l’obiettivo di incentivare l’utilizzo dei pagamenti con carta di credito.

Sarà, come dice il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, “un meccanismo a punti e non di sconti, che consente di cumulare il vantaggio di un certo numero di transazioni, per poi avere indietro delle risorse”

Impiattamento

Il Bonus Ristorazione, assieme al sistema di cashback, dovrebbe riuscire a sanare – almeno in parte – le profonde ferite provocate dall’emergenza coronavirus, permettendo un lento ritorno alla normalità. Normalità che sarà possibile anche grazie al supporto dei clienti, secondo il mantra “Eat Out to Help Out”.

Anche noi di Soplaya vicini ai ristoratori e produttori, ora più che mai, con il meglio della produzione agroalimentare italiana. E, grazie ad un sistema logistico efficiente e al trasporto refrigerato, siamo in grado di offrire prodotti sempre freschi, dalla bontà inalterata.

 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.